loader

Codeigniter: Interazione con i database

Continuiamo questa piccola avventura: CodeIgniter può interagire con i database attraverso un model (ma non è obbligatorio) o attraverso un controller (altamente sconsigliato).

Cosa significa interagire con un database?

Possiamo recuperare informazioni in memoria persistente per visualizzarli a schermo in base alle richieste.

Per prima cosa bisogna configurare CodeIgniter per utilizzare il database, quindi la prima operazione sarà quella di andare a settare la libreria database in config/autoload.php e successivamente andranno settati tutti i parametri corretti in application/config/database.php

Autoload.php

$autoload['libraries'] = array('database');

Database.php

$db['default'] = array(
   'dsn'  => '',
   'hostname' => 'localhost',
   'username' => '',
   'password' => '',
   'database' => '',
   'dbdriver' => 'mysqli',
   'dbprefix' => '',
   'pconnect' => FALSE,
   'db_debug' => (ENVIRONMENT !== 'production'),
   'cache_on' => FALSE,
   'cachedir' => '',
   'char_set' => 'utf8',
   'dbcollat' => 'utf8_general_ci',
   'swap_pre' => '',
   'encrypt' => FALSE,
   'compress' => FALSE,
   'stricton' => FALSE,
   'failover' => array(),
   'save_queries' => TRUE
);

Per avviare l’applicazione in modo facile e veloce bisognerà solo settare

  • hostname
  • username
  • password
  • database

Solitamente i programmatori sono abituati a scrivere query complesse senza ricordarsi e verificare che molte di queste diventano SlowQuery, ossia query che non sono adatte all’esecuzione continua

Le SlowQuery provocano spesso rallentamenti della nostra applicazione.

Codeigniter oltre a far utilizzare classiche query, mette a disposizione una modalità di interazione con i database chiamata Active Record e basata su funzioni immediate e facili da ricordare.

Cosa significa questo?

Il programmatore non dovrà più scrivere query complesse di proprio pugno ma basterà utilizzare questa funzionalità per rendere il codice più facile ed immediato alla lettura.

Questa è la parte principale che permetta alla libreria di connettersi con il nostro database.

Alcuni esempi mettono in evidenza la differenza tra i due approcci:

//Stile Classico
$result=$this->db->query('SELECT * FROM utenti');

//Stile Active Record
$result=$this->db->get('utenti);

Come possiamo notare non abbiamo più aggiunto la sintassi SQL, ma semplicemente abbiamo invocato un wrapper che avrà il compito di “compilare” la query per noi.

Il vantaggio è ovvio, il codice è molto più pulito e soprattutto i nostri file saranno sicuramente più gestibili.

Esempio pratico di applicazione reale: ipotizziamo di voler effettuare una query per recuperare tutti gli utenti che abbiano 20 anni e abitino a Roma.

//Stile classico
$query='SELECT * FROM utenti WHERE user_eta = 20 AND residenza="Roma"';
$result=$this->db->query($query);

//Stile Active Record
$result=$this->db->where('user_eta',20)->where('residenza','Roma')->get('utenti);

//Active record con paramentri
$where=['user_eta'=>20,'residenza'=>'Roma'];
foreach($where as $chiave=>$valore){
    $this->db->where($chiave,$valore);
}
$this->db->get('utenti');

Come si può notare sin da subito, diventerà più semplice l’utilizzo di parametri nei modelli dati.

Questa condizione permette un’incremento di velocità d’esecuzione del codice (in quanto meno righe ha il codice, più è performante il nostro script) e un solo punto d’accesso ai dati utili.

Stessa cosa vale per l’insert, update e delete, vediamo in breve una sintassi avanzata per sfruttare al massimo questo approccio

//inserimento classico
INSERT INTO utenti (name,surname,eta,residenza) VALUES(..........)
//qui i primi problemi con i caratteri accentati, escape, cluster etc....

//Inserimento da array associativo
$utente=['name'=>'Utente','surname'=>'CUtente','eta'=>20,'residenza'=>'Roma'];
$this->db->insert('utenti',$utente);
//Chiaro pulito facile e veloce

Quindi se il nostro approccio sarà di tipo ActiveRecord (NO ORM) avremo sicuramente maggiori probabilità di NON commettere errori.